NEWS:
Food Liability Workshop, Milano 21 giugno 2018, Criticità e problemi assicurativi dell’industria alimentare “made in Italy”
Scritto da Isjam   
Lunedì 14 Maggio 2018 00:00

L'export agroalimentare italiano ha registrato nel 2017 un record di volumi, con una crescita del 7% rispetto all'anno precedente, e continua a rappresentare un elemento fondamentale della bilancia commerciale del nostro paese.

Le potenzialità del Made in Italy in questo settore sono però ancora notevoli: in molti mercati la penetrazione dei prodotti agroalimentari italiani resta limitata ed altri paesi europei registrano esportazioni inaspettatamente più alte.

D'altra parte, l'affermarsi della cosiddetta "dimensione etica dell'alimentazione" che, nel rispetto della tutela della salute dei consumatori, conduce ad una maggiore attenzione sulle modalità di produzione e di consumo del cibo, pone la questione della sicurezza alimentare al centro di una continua evoluzione normativa.

Alcuni dei problemi che investono oggi la regolamentazione del settore si inquadrano nella diversa applicazione della legislazione tra uno stato e l'altro, ma anche l'innovazione tecnologica che ha permesso di diversificare e migliorare la qualità dei prodotti, ha tuttavia aumentato il rischio derivante dal loro consumo.

Non mancano dunque complessità e minacce, che impongono un'attenta valutazione delle coperture assicurative necessarie per operare con serenità nel mercato globale.
Il workshop si propone di offrire ai partecipanti l'occasione per confrontarsi sulle problematiche più comuni che interessano la valutazione ed il trasferimento dei rischi del settore, attraverso l'esame di casi giurisprudenziali e di cronaca, e la condivisione di esperienze con i principali operatori del mercato alimentare ed assicurativo italiano.

Clicca QUI per consultare la locandina del Workshop

Clicca QUI per consultare la versione del work in progress del programma lavori

 
Gemellaggio fra Insurance Skils Jam ed il Club degli Assicuratori Romani
Scritto da Isjam   
Lunedì 19 Febbraio 2018 00:00

Il Consiglio Direttivo di Insurance Skils Jam ed il Comitato di Coordinamento del Club degli Assicuratori Romani hanno deliberato il gemellaggio fra le due associazioni a partire dalla fine del mese di febbraio 2018.

Il Club degli Assicuratori Romani è una libera organizzazione, senza fini di lucro e priva di veste giuridico-amministrativa, fondata a Roma nel 1987, tra professionisti del settore assicurativo a scopo di dialogo e confronto su tematiche di comune interesse e per favorire o migliorare i rapporti interpersonali tra i soci.

Il gemellaggio prende avvio da un'idea del socio Isjam Mario Vatta , fra i fondatori del Club nel 1987 e dell'attuale Presidente Gianlorenzo Fiorentini e consentirà di metter a fattor comune l'apporto culturale delle due organizzazioni ed un ulteriore allargamento della base associativa,in regime paretico.

I soci del Club , come nel caso di Insurance Skills Jam – Il Convivio Assicurativo sono esponenti di compagnia, Brokers, Agenti, Risk Manager, Periti e professionisti legati al settore assicurativo ; la caratteristica "trasversale" del Club rende la loro partecipazione assolutamente neutrale non rappresentando il Club e Isjam gli interessi di alcuna specifica categoria e rendendolo quindi luogo ideale per un naturale ed amichevole incontro e confronto tra i soci di qualunque appartenenza e provenienza.

Per approfondimenti sul partner :

www.clubassicuratoriromani.it

 

 
Isjam Welfare Forum 2017, Milano 28 novembre 2017
Scritto da Isjam   
Lunedì 25 Settembre 2017 00:00

Il welfare si sta imponendo all'attenzione di molteplici soggetti pubblici e privati come area di innovazione e opportunità di mercato.

La legge di stabilità 2016 e le successive norme attuative hanno promosso, con consistenti incentivi fiscali, lo sviluppo del welfare aziendale. Trasformando quote di retribuzione variabile in servizi di welfare, le imprese sviluppano people strategies focalizzate sul benessere dei lavoratori e delle loro famiglie, con l'obiettivo di migliorare la produttività ed il complesso delle performance aziendali.

Cresce altresì la spesa di welfare individuale delle famiglie, sotto la spinta di numerosi fattori: dall'emergere di nuovi bisogni legati al cambiamento sociale e all'invecchiamento della popolazione, alla riduzione delle capacità di prestazione del welfare pubblico.

Il nuovo mercato del welfare sta attirando l'interesse e gli investimenti di vecchi e nuovi protagonisti: reti e provider di servizi, sanità privata, banche, intermediari. Esso offre alle assicurazioni straordinarie opportunità di crescita ma anche minacce competitive. La condizione di successo è sapere uscire dai confini tradizionali del proprio business, definire con esattezza il proprio mercato e la value proposition, innovare il sistema di servizi.

Con l'evento del 28 novembre Insurance Skills Jam ha inteso mettere a confronto su questo tema responsabili delle politiche di welfare delle istituzioni, i manager di alcune tra le principali imprese assicurative, esperti della comunità scientifica e professionale ed esperienze significative di welfare aziendale. I lavori saranno introdotti dalla presentazione di una ricerca sul welfare familiare di MBS Consulting.

Clicca QUI per visualizzare il programma del Forum

Clicca QUI per visualizzare gli atti del Convegno parte 1

Clicca QUI per visualizzare gli atti del Convegno parte 2

Clicca QUI per visualizzare la rassegna stampa

 

 

 

Il welfare si sta imponendo all’attenzione di molteplici soggetti pubblici e privati come area di innovazione e opportunità di mercato.

La legge di stabilità 2016 e le successive norme attuative hanno promosso, con consistenti incentivi fiscali, lo sviluppo del welfare aziendale. Trasformando quote di retribuzione variabile in servizi di welfare, le imprese sviluppano people strategies focalizzate sul benessere dei lavoratori e delle loro famiglie, con l’obiettivo di migliorare la produttività ed il complesso delle performance aziendali.

Cresce altresì la spesa di welfare individuale delle famiglie, sotto la spinta di numerosi fattori: dall’emergere di nuovi bisogni legati al cambiamento sociale e all’invecchiamento della popolazione, alla riduzione delle capacità di prestazione del welfare pubblico.

Il nuovo mercato del welfare sta attirando l’interesse e gli investimenti di vecchi e nuovi protagonisti: reti e provider di servizi, sanità privata, banche, intermediari. Esso offre alle assicurazioni straordinarie opportunità di crescita ma anche minacce competitive. La condizione di successo è sapere uscire dai confini tradizionali del proprio business, definire con esattezza il proprio mercato e la value proposition, innovare il sistema di servizi.

Con l’evento del 28 novembre Insurance Skills Jam ha inteso mettere a confronto su questo tema responsabili delle politiche di welfare delle istituzioni, i manager di alcune tra le principali imprese assicurative, esperti della comunità scientifica e professionale ed esperienze significative di welfare aziendale. I lavori saranno introdotti dalla presentazione di una ricerca sul welfare familiare di MBS Consulting.
 
Convegno ISJAM – ASLA “Organizzazione, gestione dei rischi, responsabilità civile e assicurazione obbligatoria: una sfida per il futuro dell’Avvocatura”
Scritto da Isjam   
Mercoledì 07 Giugno 2017 00:00

IL RISK MANAGEMENT ENTRA NEGLI STUDI LEGALI, come studi e assicuratori si preparano ad affrontare valutazione e quotazione dei rischi professionali.

Il 17 ottobre entra in vigore l'obbligo assicurativo per oltre 240 mila avvocati italiani che prevede parametri minimi di copertura assicurativa per ciascun professionista, in funzione del fatturato annuale e della dimensione della Associazione professionale. Le indicazioni sono contenute nel decreto attuativo delle norme che hanno introdotto l'assicurazione obbligatoria, ma gli esperti prevedono modifiche. Sono molti infatti gli aspetti di valutazione e quotazione del rischio professionale assicurabile da tenere in considerazione per un corretto calcolo del costo di una polizza individuale o collettiva per categorie omogenee di rischio.

Il Convegno “Organizzazione, gestione dei rischi, responsabilità civile e assicurazione obbligatoria: una sfida per il futuro dell’Avvocatura” organizzato a Roma il 5 maggio scorso da Insurance Skills Jam – Il Convivio Assicurativo, in collaborazione con ASLA (Associazione Studi Legali Associati), nella splendida Cornice dell’hotel Parco dei Principi, ha cercato di fornire un quadro il più esauriente possibile e quanti più elementi al mondo dell’Avvocatura , degli assicuratori e degli intermediari per la valutazione, quotazione e gestione dei rischi in materia di responsabilità civile professionale degli avvocati.

Nell’occasione le Istituzioni Forensi si sono confrontate su come approcciare al meglio, culturalmente e dal punto di vista organizzativo, la gestione dei rischi e su come impostare con broker e assicuratori un dialogo più consapevole per l’obiettivo comune della gestione, controllo e diminuzione dei rischi professionali e del costo delle relative coperture.

Nella tavola rotonda (“La gestione assicurativa dei rischi: le previsioni del decreto ministeriale e le risposte del mercato assicurativo. Le esperienze europee”) a chiusura del convegno, i principali esponenti del Mercato assicurativo si sono confrontati sulle possibili forme di copertura e sui criteri più adeguati “per una corretta valutazione e gestione dei rischi in una professione legale in rapida evoluzione”. Il Convegno è stato ripreso e trasmesso in diretta grazie ai media partner e sponsor della manifestazione Legal Community (http://www.legalcommunity.it) ACEF (http://www.economiaefinanza.org) e Il Sole 24 ore.

La registrazione completa della manifestazione è disponibile al seguente link:

https://www.studioferrarogiove.it/convegno-asla-isjam-sullobbligo-assicurativo-degli-avvocati/

Clicca QUI per leggere l'articolo di Gigi Giudice pubblicato nel numero di luglio 2017 di ASSINEWS, media partner del Convegno

 


Pagina 1 di 13